Il nuovo CCL è stato approvato all’assemblea dei delegati del 21 giugno 2019 con una maggioranza di due terzi dei votanti.

Il nuovo contratto è stato confermato anche da entrambi i partner sociali coinvolti nella stesura, Unia e Syna. In questo modo si sancisce definitivamente che il 1o gennaio 2020 il CCL esistente verrà sostituito dal CCL 2020.

Il nuovo CCL sarà valido per almeno 4 anni, ovvero fino alla fine del 2023. Con la firma finale del contratto, entra in vigore adesso la dichiarazione generale di obbligatorietà di quest’ultimo tramite la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) e il Consiglio federale. Subito dopo l’entrata in vigore di tale dichiarazione, il nuovo CCL verrà mandato in stampa presumibilmente entro la fine di quest’anno. In questo modo, entro marzo del prossimo anno, il contratto sarà probabilmente disponibile nella forma consueta, ovvero come libro in formato A5.

 

CCL fino alla fine del 2019

CCL dal 2020 al 2023

Paragone «Vecchio-nuovo» - In esclusiva per i membri 

 

indietro